admin@arprm

Calendario modelli 730 per il 2023

Calendario modelli 730 per il 2023

Entro il 16 marzo Il contribuente ha ricevuto dal sostituto d’imposta la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite
Dal 30 aprile Il contribuente può accedere al modello 730 precompilato, collegandosi al sito dell’Agenzia Entrate con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS. Il contribuente può in ogni caso delegare l’accesso al CAF, a un professionista abilitato o a una persona di fiducia
Dal 31 maggio Il contribuente può modificare e inviare la dichiarazione ovvero accettare senza modifiche il modello 730 precompilato dall’Agenzia
Dal 6 giugno Il contribuente può:

– inviare il modello Redditi correttivo al fine di correggere e sostituire il 730;

– annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite le proprie credenziali

– inviare il modello Redditi aggiuntivo presentando il frontespizio e i quadri RM, RS, RT e RW

Entro il 20 giugno Il contribuente può procedere per una sola volta all’annullamento del modello 730
Entro il 30 giugno Per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi, scade il termine per versare il saldo e il primo acconto
Entro il 22 agosto Per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi, scade il termine per versare il saldo e il primo acconto, con la maggiorazione dello 0.40% a titolo di interesse
Entro il 30 settembre Termine ultimo per la presentazione all’Agenzia delle Entrate del modello 730 precompilato. Entro la stessa data il contribuente deve scegliere la destinazione dell’8, 5 o 2 per mille dell’IRPEF.
Entro il 10 ottobre Il contribuente comunica al sostituto d’imposta di non voler procedere al versamento del secondo acconto dell’IRPEF o di voler procedere in misura inferiore rispetto a quella indicata nel modello 730-3
Entro il 25 ottobre Il contribuente può presentare al CAF o al professionista abilitato la dichiarazione 730 integrativa. Il contribuente ha la possibilità di integrare e/o correggere i dati presentati con il modello 730 ordinario, indicando il codice 3 nella relativa casella “730 integrativo” presente nel frontespizio
Entro il 10 novembre Il CAF/professionista abilitato verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione dei redditi integrativa, comunica al sostituto il risultato finale della dichiarazione e la trasmette in via telematica all’Agenzia.

La presentazione del 730 integrativo (di tipo 2) tramite l’applicazione precompilata è disponibile fino al 10 novembre; dopo tale data il contribuente potrà inviare il modello Redditi

Entro il 30 novembre Il CAF/professionista abilitato trasmette in via telematica all’Agenzia delle Entrate il modello Redditi correttivo del 730
Entro il 28 febbraio 2024 Il CAF/professionista abilitato trasmette in via telematica all’Agenzia delle Entrate il modello Redditi tardivo (entro 90 giorni dalla scadenza originaria)

 

I termini che scadono di sabato o in un giorno festivo sono prorogati al primo giorno feriale successivo