logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Violenza privata di un condomino dissenziente in assemblea

L'aver causato la sospensione dell'assemblea condominiale, strappando e ingoiando il verbale approvato e spintonando un condomino causandone la caduta, secondo la Cassazione penale, sez. V, 30 luglio 2019, n. 34800, costituisce reato di violenza privata.

Nel corso di un’animata assemblea condominiale, Tizio, anziano condomino, messo di fronte all'ennesima delibera che approvava nuovi lavori, perdeva la pazienza e, dopo aver strappato la relativa pagina del verbale di assemblea, la ingoiava così distruggendola. La Corte di appello, in parziale riforma della sentenza del Tribunale, confermava l'affermazione di responsabilità nei confronti di Tizio per il reato di violenza privata, in esso ritenuto assorbito il reato di minaccia, per avere costretto i condomini a sospendere i lavori dell'assemblea condominiale e a chiamare la polizia. Avverso tale pronuncia, il difensore di Tizio introduceva ricorso in Cassazione eccependo che la violenza o la minaccia attribuite all'imputato (610 c.p.) non avrebbero esercitato alcuna influenza limitativa o ostativa della libertà dei condomini, poiché l'assemblea aveva già approvato i lavori che l'imputato non voleva

Secondo la Cassazione la deduzione del ricorrente, secondo cui il reato di violenza privata non sarebbe stato integrato, perché l'assemblea condominiale aveva già approvato i lavori sgraditi all'imputato, era manifestamente infondata, giacché Tizio aveva minacciato i partecipanti all'assemblea, spintonato il condomino Caio facendolo cadere a terra, e aveva strappato la pagina del verbale che, pertanto, dopo la ripresa dei lavori che erano stati sospesi, dovette essere nuovamente redatto.

Alla luce di tutto quanto descritto, il ricorso è stato rigettato; per l'effetto, è stata confermata la condotta di Tizio come integrante il reato di violenza privata.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.