logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Spese di gestione di impianti termoregolati

Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 2, sentenza n. 6128/2017

Secondo la Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 2, sentenza n. 6128/2017, il condomino che intenda proporre l’impugnativa di una delibera dell’assemblea, per l’assunta erroneità della disposta ripartizione delle spese di gestione, deve allegare e dimostrare di avervi interesse, il che presuppone la derivazione dalla deliberazione assembleare di un apprezzabile suo personale pregiudizio, in termini di mutamento della rispettiva posizione patrimoniale. Peraltro, l’interpretazione dell’esatto contenuto della delibera dell’assemblea dei condomini, impugnata ai sensi dell’art. 1137 c.c., come l’accertamento della situazione di fatto che è alla base della determinazione assembleare, sono rimessi all’apprezzamento del giudice di merito, non sindacabile in sede di legittimità.
Il riparto degli oneri di riscaldamento, negli edifici condominiali in cui siano stati adottati sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore per ogni singola unità immobiliare, va fatto per legge in base al consumo effettivamente registrato. Nella specie, per quanto del contenuto della deliberazione del 26 giugno 2013 è specificamente riportato nel ricorso, come prescritto dall’art. 366, co. 6, c.p.c., non si può affatto sostenere che l’assemblea del Condominio di via [omissis] avesse con essa, esulando dalle proprie attribuzioni, modificato i criteri di riparto delle spese di riscaldamento stabiliti dalla legge (o comunque dapprima approvati in via convenzionale da tutti i condomini), sicché è da escluderne la nullità. È infine decisivo osservare come il Tribunale evidenziasse che i consumi “presunti” contabilizzati riguardassero altri tre condomini, e non le unità immobiliari di proprietà degli attori, che quindi nessun danno avevano ricevuto dal recepimento di quei dati

Categoria: Sentenze
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.