logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Lo sgombero del Baobab: espulsi 24 clandestini

Ventiquattro migranti raggiunti da un decreto di espulsione e 108 transitanti rilasciati: questo il bilancio dello sgombero dell’insediamento abusivo Baobab in piazza Maslax alla stazione Tiburtina. Gli stranieri, tutti uomini, provenienti dagli Stati africani di Mali, Niger, Gambia, Senegal, Sudan, Libia, Tunisia, Egitto, Somalia, Eritrea e Costa d’Avorio, sono stati portati all’Ufficio Immigrazione di via Patini a Tor Sapienza per verificarne la posizione sul territorio nazionale. Di questi, 108, al termine degli accertamenti, sono stati rilasciati poiché in possesso di titoli che ne consentono il regolare soggiorno sul territorio nazionale. 24 stranieri, di cui è stata accertata l’irregolarità sul territorio nazionale, sono stati muniti di decreto di espulsione. Per 4 di questi è stato disposto l’accompagnamento presso i Centri di Permanenza e Rimpatrio di Trapani e Potenza. Al termine delle operazioni l’area è stata riconsegnata alla Rete Ferroviaria Italiana per la successiva bonifica. L’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassare ha così commentato lo sgombero: “Dal febbraio 2017 al settembre 2018 sono stati effettuati 609 colloqui e formulate 245 offerte di accoglienza, ma soltanto 90 persone hanno accettato. Un intervento assicurato grazie alla presenza di un infopoint itinerante composto dalla Sala Operativa Sociale e da mediatori culturali".

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.