logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Nulla la delibera che addebita spese di riscaldamento al condomino distaccato

Secondo Cass. civ. sez. II 13, giugno 2019 n. 15932 in tema di condominio negli edifici, è nulla – e non soggetta, quindi, al termine d’impugnazione di cui all’art. 1137 c.c. – la delibera assembleare che addebiti le spese di riscaldamento ai condomini proprietari di locali (nella specie, sottotetti) che non siano serviti dall’impianto di riscaldamento centralizzato. «Trattandosi di delibera che inerisce ai diritti individuali di tali condomini e non alla mera determinazione quantitativa del riparto delle spese [così Cass. 22634/2013] il condomino può legittimamente rinunziare all’uso del riscaldamento centralizzato e distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall’impianto termico comune, senza necessità di autorizzazione o approvazione degli altri condomini, fermo il suo obbligo di pagamento delle spese per la conservazione dell’impianto».

La vicenda giudiziaria iniziava con l’atto di citazione con cui si opponeva il decreto ingiuntivo, emesso in favore del Condominio in forza della deliberazione assembleare di approvazione dei bilanci consuntivi 2008/2009 e 2009/2010, per un importo pari a € 27.306,90. In via riconvenzionale, l’opponente domandava altresì che fosse accertata la legittimità del distacco dall’impianto comune di riscaldamento dei termoconvettori presenti nelle quattro unità abitative di sua proprietà, nonchè la nullità di tutte le deliberazioni condominiali successive all’ottobre 2005, data dell’avvenuto distacco, nella parte in cui gli addebitavano le spese di consumo dei menzionati termoconvettori, con conseguente condanna del Condominio alla restituzione delle somme incassate dal 2005 a titolo di quota di consumo fisso dei termoconvettori (€ 12.448,41).

Il Tribunale di Verona, con sentenza, rigettava l’opposizione, così come la Corte di Appello di Venezia. Al contrario, con le motivazioni di cui anzi, la Cassazione accoglieva le doglianze del condomino distaccato.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.