logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Interventi edilizi: modifica del silenzio-assenso

Interventi edilizi: modifica del silenzio-assenso

In materia di semplificazione burocratica è stata introdotta una modifica della disciplina del silenzio assenso con l’art. 62 della L. n. 108 del 29.07.2021 che ha modificato l’articolo 20 della L. n. 241 del 07 08.1990. Nel caso degli interventi edilizi, tale disciplina trova applicazione ai titoli abilitativi in sanatoria delle domande di condono edilizio.

In particolare l’art. 6 della L.R. n. 12-8.11.04 e s.m. prevede che la formazione del silenzio assenso (equivalente al titolo edilizio in sa- natoria) sulla richiesta di concessione edilizia in sanatoria può essere attestata mediante dichiarazione asseverata redatta da un tecnico abilitato, l’art. 10 c. 9 della L.R. n. 7-18.7.17 e s.m. equipara il titolo edilizio in sanatoria all’attestazione di avvenuta formazione dell’assen- so, interpretando quanto previsto dall’art. 6 dellaL.R. n. 12-8.11.04 e s.m.; l’art. 6 Allegato A della D.A.C. n. 40-16.5.19 applica quanto previsto dall’art. 6 della L.R. n. 12- 8.11.04 e s.m.; l’art. 62 della L. n. 108 del 29.07.2021 prevede che nei casi in cui maturano gli effetti del silenzio assenso l’amministrazione è tenuta, su richiesta del privato a rilasciare in via telematica un’attestazione circa il decorso dei termini del procedimento e quindi dell’accoglimento della domanda; decorsi inutilmente dieci dalla richiesta, l’attestazione è sostituita da una dichiarazione del privato ai densi dell’articolo 47 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.