logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Disinfestazione condominiale: è obbligatoria?

Disinfestazione condominiale: è obbligatoria?
Con l'arrivo della bella stagione le puliia primaverili sono all'ordine del giorno anche per quanto concerne le disinfestazioni condominiali. Sono obbligatorie? Vediamo nello specifico.

Quando arriva la bella stagione è giunto il momento di perseguire anche le classiche pulizie di primvera. Anche lato condominiale le pulizie e sopratutto le disinfestazione devono essere considerate all'ordine del giorno. E' perchè con il caldo proliferano diversi tipi di insetti, per non blatte e topi nello specifico.

E' quindi procedura d'obbligo realizzare il tutto secondo la tipologia di intervento che si va ad affettuare sull'insetto o animale da allontanare o debellare.

Disinfestazioni consominiali: quanti tipi di disinfestazione esistono?

Le disinfenstazioni, a seconda dell'obbiettivo interessanto, cambiano. Parliamo quindi di:

  • Disinfestazione di insetti striscianti o volanti come zanzare, formiche e formiche con le ali, moscerini, api, vespe o calabroni;
  • Deblattizzazione (sul debellare le blatte);
  • Derattizzazione (riguardante i ratti).

Gli interventi elencati in precedenza sono sicuri perchè fatti nel rispetto e la salvaguardia dell'uomo e dell'ambiente.

Disinfestazione condominiale, è obbligatoria?

Senza bisogno di girarci tanto attorno, la disinfestazione condominiale è obbligatoria secondo la Legge L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994) che riguarda proprio tutte le attività riguardo pulizia, sanificazione degli spazi condominiali e l’eventuale derattizzazione: la responsabilità è attribuita proprio all’amministratore condominiale.

La disinfestazione va fatta comunque con cadenza annuale e programmata in anticipo. Stesso ricordo vale per la deblattizzazione e la derattizzazione.

Avviso sulla disinfestazione condominiale: chi paga le spese

Anche per la disinfestazione dei condomini si tratta di una pratica obbligatoria in cui tutti gli amministratori di condominio devono adempiere facendosi anche carico di tutto ciò che richiede la procedura, compresa la ripartizione delle spese per quanto riguarda gli spazi comuni.

La disinfenstazione rientra infatti tra le attività di manutenzione ordinaria del condominio e la ripartizione delle spese è da considerarsi in caso di spazi in comune.

Tutti i condomini devono essere avvisati per tempo e tutte le spese vanno riportate all'interno del bilancio condominiale anche verso i condomini in fatto: infatti saranno questi ultimi a pagare la loro parte e non il proprietario dell’abitazione.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.