logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Diritto dei creditori a ottenere informazioni sui condòmini

Ordinanza 3 giugno 2015 n. 3717

Il Tribunale di Monza, con ordinanza 3 giugno 2015 n. 3717, ha ribadito il principio in ragione del quale i creditori del condominio hanno diritto a ottenere dall’amministratore dello stabile i dati dei condòmini.

La sentenza segnalata riguarda l’estensione del diritto del creditore ad accedere alle informazioni condominiali al fine di tutelare le proprie ragioni.

Il tema, come noto, s’intreccia con la complessa questione della solidarietà dei debiti condominiali: materia, questa, che ha trovato una (speriamo) definitiva sistemazione nella riforma del condominio, laddove, nel novellato art. 63 disp. att. c.c. è stata prevista una responsabilità solidale ma sussidiaria dei condomini. Ciò nel senso che l’esecuzione nei confronti di un condomino adempiente è possibile soltanto in seguito all’insolvenza del condomino moroso.

Categoria: Normativa
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.