logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Cosa prevede la fatturazione elettronica condominiale?

Cosa prevede la fatturazione elettronica condominiale?
Dallo scorso anno 2019 anche gli amministratori condominiali e fornitori degli stessi sono portati ad emettere fattura elettronica. Il tutto è indifferente se si tratti di liberi professionisti o imprese, partite IVA. Quindi i rapporti commerciali B2B rimangono i medesimi eccezion fatta per l’obbligo di fatturazione elettronica.

Dallo scorso anno 2019 anche gli amministratori condominiali e fornitori degli stessi sono portati ad emettere fattura elettronica. Il tutto è indifferente sia che si tratti di liberi professionisti o imprese, partite IVA. Quindi i rapporti commerciali B2B rimangono i medesimi eccezion fatta per l’obbligo di fatturazione elettronica.

Le normative della fatturazione elettronica condominiale

Per capire meglio di cosa parliamo è necessario innanzitutto fare riferimento alla norma da prendere come cardine di questo tema: il DPR 633/72, la legge che regola l’IVA nazionale. Infatti i rapporti commerciali vanno necessariamente garantiti in base a questa normativa. Così come in precedenza tutto era effettuato in compilazione cartacea, oggi si effettua tutto tramite l’azione elettronica come da richiesta. Ma è difficile consultare la fatturazione elettronica condominiale? Di seguito la risposta.

La fatturazione elettronica condominiale: come consulatare

Le differenze non sono particolarmente evidenti nei casi d’applicazione ma differisce la consultazione stessa delle fatture elettroniche ricevute: infatti i condomini dovranno procedere alla visualizzazione di queste ultime entrando direttamente nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate ed inserire le credenziali in possesso Fisconline, Entrate e SPID. Una volta entrato l’utente avrà modo di selezionare il proprio stabile cliccando direttamente sul Codice Fiscale del condominio presente in elenco. Una volta selezionato la persona potrà avere accesso alle fatture ricevute.
A partire dallo scorso 25 marzo 2019 i cittadini potranno visionare le fatture elettroniche tramite il Sistema di interscambio (SDI). I condomini non in possesso di partita IVA possono consultare le fatture elettroniche d’acquisto attraverso i propri rappresentanti incaricati.

Nello specifico potete consultare qui le nostre risposte alle domande più frequenti per consumatori finali e condomìni.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.